26.052015
0
0
Chiara affermazione del principio di cumulabilità di tutele tra il Design e il copyright:

Corte giustizia Unione Europea Sez. II, 27/01/2011, n. 168/09
Flos v S.p.A. c. Semeraro Casa e Famiglia S.p.A.
Emerge chiaramente dalla formulazione dell’art. 17 della Direttiva n. 98/71/CE, e in particolare dall’uso del termine “altresì” che compare nella prima frase di tale articolo, che la protezione del copyright deve essere concessa a tutti i disegni e modelli registrati nello Stato membro o con effetti nello Stato membro di cui trattasi. La volontà del legislatore dell’Unione di concedere tale protezione risulta inoltre dall’ottavo ‘considerando’ della Direttiva n. 98/71/CEche sancisce, in mancanza di armonizzazione della normativa sul copyright, il principio del cumulo della protezione specifica dei disegni e modelli con la registrazione e la protezione del copyright. Inoltre, la facoltà per gli Stati membri di stabilire l’estensione della protezione del diritto d’autore e le condizioni alle quali essa è concessa non può neppure riguardare la durata di tale protezione, già armonizzata a livello dell’Unione dalla Direttiva n. 93/98/CEE, concernente l’armonizzazione della durata di protezione del copyright e di alcuni diritti connessi.  
La Corte UE esprime il concetto della cumulabilità della protezione degli IPRS: uno stesso oggetto può essere, rispettandone le condizioni, tutelato come oggetto di design E come oggetto di copyright. Cumulabilità, prima del 2002, esclusa dalla normativa italiana.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *